CMO Zanotto – Legnago – Nogara – Studio dentistico

Implantologia

Implantologia

implantologia denti fissi

“Dottore, per quanto tempo non avrò i denti fissi dopo l’operazione?”

È una domanda che ci pongono tutte le persone che devono sottoporsi a un intervento di implantologia. Ed è purtroppo anche un deterrente importante per molti pazienti, che rimandano il loro intervento per la paura di dover affrontare un lungo periodo di dolore e disagi prima di sorridere di nuovo liberamente.

Se è vero che in un passato non troppo lontano l’implantologia era una pratica molto invasiva, dolorosa e con un forte impatto sulla quotidianità del paziente, oggi fortunatamente non è più così per chi sceglie un impianto a carico immediato.

Denti fissi in sole 24 ore dall’intervento

I pazienti che devono mettere degli impianti per sostituire dei denti pensano di dover portare per un certo periodo di tempo dopo l’intervento delle protesi mobili, o addirittura di rimanere a lungo senza i denti che sono stati rimossi.

Effettivamente ci sono ancora degli studi dentistici che lavorano in questo modo, con un gran disagio per il paziente, sia dal punto di vista del comfort che dell’estetica. Pensare di ritrovarsi senza denti all’improvviso e di non poter condurre una vita di relazione normale non è sicuramente facile per nessuno.

Ma non tutti gli odontoiatri seguono questo tipo di pratica, perché non è affatto necessario causare tutto questo imbarazzo e dolore ai pazienti. Oggi è infatti possibile ridurre al minimo (se non addirittura eliminare) i disagi legati a un impianto dentale.

Grazie alle tecniche di implantologia a carico immediato il paziente può infatti avere dei denti fissi provvisori entro 24 o massimo 48 ore dall’intervento. Una totale rivoluzione per la qualità della vita delle persone che devono sottoporsi a questo tipo di percorso odontoiatrico.

Come funziona l’implantologia a carico immediato

Effettuare un impianto dentale con tecnologie e pratiche chirurgiche adeguate consente di limitare enormemente il dolore e i tempi di ripresa per il paziente.

Questo tipo di intervento prevede, in estrema sintesi, l’inserimento di una vite nella mascella o nella mandibola per sostituire la radice naturale di un dente mancante. Su questa vite verranno poi posizionati i denti definitivi.

Per eseguire l’intervento in modo veloce e preciso, iI medico dentista può avvalersi delle tecniche di chirurgia computer guidata per progettare il posizionamento degli impianti.

Una progettazione preventiva di questo tipo consente di ridurre al minimo l’utilizzo del bisturi nel corso dell’operazione, e di conseguenza di non dover mettere punti di sutura perché non sono stati effettuati tagli da richiudere. Anche l’utilizzo del laser nella chirurgia odontoiatrica è un valido aiuto, perché ha una leggera azione analgesica e biostimolatrice della guarigione. Inoltre, se il paziente è molto ansioso e preoccupato, si può ricorrere alla sedazione cosciente per rimuovere completamente ogni inquietudine durante l’operazione. Molte persone si addormentano con questo tipo di sedazione, risvegliandosi con gran sollievo a intervento terminato.

Una volta eseguito l’intervento di implantologia con questo tipo di tecniche e tecnologie, è sufficiente per il paziente attendere 24 o al massimo 48 ore per avere dei nuovi denti fissi, che vengono direttamente avvitati agli impianti.

Con questi denti provvisori, che non devono essere rimossi come le vecchie protesi, si può iniziare da subito a mangiare, partendo ovviamente da cibi molto morbidi ed evitando inutili stress per la dentatura.

Sarà poi necessario attendere da due a sei mesi perché il processo naturale di osteointegrazione, vale a dire la ricostruzione dell’osso attorno all’impianto, sia saldamente completato. A questo punto si procederà al posizionamento del dente definitivo.

Perché scegliere l’implantologia a carico immediato

La grande differenza tra l’implantologia a carico immediato e quella che potremmo chiamare “tradizionale” è che tendenzialmente il paziente, nel corso dei mesi necessari per l’osteointegrazione delle viti, può vivere una vita completamente priva della preoccupazione per i suoi denti. Non ci sono protesi mobili da gestire e non ci sono fastidi o dolori, a parte nelle primissime ore dopo l’intervento (normalmente gestibili con un antidolorifico o un antinfiammatorio prescritto dal dentista stesso).

Se fino a pochi anni fa le persone dovevano mettere in conto una convalescenza lunga e non priva di imbarazzi, oggi l’implantologia svolta con le tecniche che abbiamo appena visto è un intervento con un impatto minimo sulla quotidianità del paziente.

Non è quindi più necessario soffrire per avere di nuovo un bel sorriso!

Questo è il principio cardine che ispira ogni percorso odontoiatrico seguito negli studi CMO Zanotto: con il nostro Metodo NO PAIN ci impegniamo a rendere serena ogni seduta dal dentista. È un il sistema di accoglienza, terapia e affiancamento del paziente che applichiamo negli studi CMO di Nogara e Legnago (VR).

Teniamo conto non solo delle esigenze terapeutiche ma anche del benessere emotivo del paziente, accompagnandolo a superare ogni paura del dentista e facendolo sentire ascoltato e compreso.

Avresti bisogno di un impianto dentale ma temi fastidi e dolore? Chiamaci per fissare una prima visita senza impegno: ti dimostreremo che puoi tornare a sorridere senza disagi.

Ritorna a sorridere senza dolore grazie al nostro metodo No Pain, prenota la prima visita!

Seguici

Recenti